Antonello Piccinino, nasce a Lanciano (Ch), realizza il suo primo graffito nei primi anni 90 firmandolo con il nome “Macs”, lo pseudonimo che tutt’ora è il suo “nome d’arte”.

Uno dei più noti realizzatori di graffiti, in particolare di characters (ritratti, personaggi, ed immagini) in Italia ed all’estero, partecipa a numerose mostre e rassegne nazionali ed internazionali di writing, tra le quali: “L. A. Goldrush” (Los Angeles) USA, “Artshow” (Riccione) Italia, “Love My DC” (Torino, Rimini, Roma, Bologna, Napoli, Milano) Italia, “Meeting Of Styles” (Salonicco) Grecia, “Can !t” (Anversa) Belgio, “Stroke”(Monaco) Germania, “Outline Colour Festival” (Lodz) Polonia, “Teramo Urban Museum” (Teramo) Italia, “Urban Tales Festival” (Foggia) Italia, “Kosmopolite” (Parigi) Francia, “Etres Aimes” (per la prima volta un’evento di street art nel cuore di Parigi nel distretto del Louvre!) “Graffiti fine art” presso il Museo M.U.B.E. (San Paolo) Brasile, “River Tales” (Giessen) Germania, “Graffiti show” Sofia e Burgas (Bulgaria), “Egoless event” al Museum of public art, Baton Rouge (Louisiana) USA, “Graffiti walk” Pinacoteca Nazionale Singapore, “Wall lettering” (Trento) Italia, “Face au mur” & “Face au mur expo” (Parigi) Francia.

Riceve speciali menzioni da riviste internazionali come “Aelle” (1999/2000), “Innercity”, “Graffti All Stars”, “Blazing”, “Stone magazine” e “Subliminalart”

Curiosità: nel 2010 viene chiamato a dipingere nel Teatro del Silenzio di Lajatico durante il concerto di Bocelli, Zucchero e Carreras.

ALTRE INFO


Condividi su: