alpiniNato a Marostica nel 1553 fu un medico e botanico. Nel 1574 studiò medicina all’Università di Padova, dove si laureò nel 1578. Nel 1580 il patrizio veneto Giorgio Emo, nominato console a Il Cairo in Egitto dalla Repubblica Veneta, lo volle con sé come medico personale.

Trascorse circa tre anni in Egitto, e studiando le piante locali dedusse il concetto di differenza sessuale nelle piante, che in seguito fu adottato come fondamento dal sistema di classificazione scientifica di Linneo.

Nel 1590 tornò a Venezia e nel 1593 ottenne una cattedra all’Università di Padova.

Le opere e l’attività principale riguardarono sia la botanica che la medicina e lo resero celebre in tutta Europa.

Nella sua opera “De Medicina Egyptiorum” (Venezia, 1591) sono contenute le prime considerazioni sulla pianta del caffè pubblicate in Europa.

Venezia fu infatti tra le prime capitali europee in cui si diffuse il caffè grazie alla sua posizione e ai suoi rapporti commerciali con il mondo arabo.
Nel XVII secolo naque la prima “botega da caffè” in Piazza San Marco frequentata tra gli altri da Carlo Goldoni.

Morì a Padova nel 1617.


Condividi su: