tizianoNato a Pieve di Cadore nel 1480, partì giovanissimo per Venezia. Allievo del Giorgione da cui apprese la maestri nell’uso del colore.
Fu uno dei pochi pittori ad avere una propria bottega personale.
Lavorò per i committenti più prestigiosi dell’epoca, rinnovando la pittura con un nuovo uso del colore.

Nel 1513 rifiutò l’invito di Papa Leone X a trasferirsi a Roma rimanendo a Venezia.
Nel 1516 il Consiglio dei X lo nominarono ufficialmente pittore della Repubblica veneta. Tra le sue opere anche dipinti all’interno di Palazzo Ducale.

Pitturò fino alla fine dei suoi giorni nonostante la malattia alla vista che lo portò a vedere sempre meno, come lo dimostrano i particolari sempre meno definiti dei suoi ultimi lavori.

Morì a Venezia nel 1576.


Condividi su: